image of Koh Chang Island

    Regata costiera e regata nazionale alla Maddalena

    Si è conclusa la regata nazionale della Classe 2.4 mR che si è tenuta dal 28 aprile 2016 al 1 maggio 2016. L’evento in oggetto è stato organizzato dall'Associazione Sportiva Dilettantistica Acque Libere con sede operativa sul Lungomare Ammiraglio Mirabello

    Acque Libere è un’associazione che nasce e opera all'interno dell’arcipelago di La Maddalena e attraverso numerose attività sportive si propone di abbattere ogni barriera e rendere questi mari accessibili a tutti.
     

    La manifestazione velica è stata patrocinata dal Comune de La Maddalena, realizzata col patrocinio e il contributo economico del Parco Nazionale de La Maddalena. Si è avvalsa della collaborazione della Lega Navale Italiana sezione di La Maddalena, del Centro Velico Caprera, dell’Istituto di Istruzione Superiore “G. Garibaldi”, del Club Nautico di La Maddalena e del sostegno della Fondation La Tire au Loup.
     

    Alla riuscita della manifestazione hanno contribuito anche le compagnie di navigazione Moby Lines per le tratte da e per la Sardegna e Delcomar per la tratta La Maddalena/Palau.


    Per il Trofeo Guldmann, si ringrazia la Guldmann Srl, azienda danese leader nella progettazione e realizzazione di sollevatori e ausili per persone con disabilità, da anni è sponsor ufficiale della Classe italiana 2.4 mR.
     

    Antonello Tovo, presidente dell’associazione Acque Libere, si dichiara soddisfatto della riuscita dell’evento:  “È stata una bella presentazione per l’arcipelago e con l’arcipelago. Quando si programma un evento di questo tipo, nulla si può lasciare al caso ed è necessario calcolare ogni eventuale variabile. Quest’anno le condizioni meteo e un’organizzazione molto accurata, ci hanno permesso di raggiungere gli obbiettivi prefissati. A questo aggiungo l’intervento di altre realtà isolane e non, che hanno messo a disposizione la propria professionalità in maniera immediata e puntuale. Usare un linguaggio comune è stato il segreto per una collaborazione piacevole e ormai consolidata. Faccio riferimento al team del Centro Velico di Caprera che ha dimostrato  ancora una volta di essere innamorato quanto noi delle bellezze paesaggistiche di questo territorio.


    Il legame con la Classe 2.4 mR è sempre più forte, l’intento comune è quello di rendere il mare accessibile a tutti ad armi pari. Altro risultato, non meno importante è stato il riuscire a creare un sistema di cooperazione con l’associazionismo nautico locale, del Club Nautico di La Maddalena e della Lega Navale Italiana (Sezione di La Maddalena), dimostrando che si può lavorare bene anche con la realtà locale.
     

    Infine, vorrei sottolineare che l’intento di rendere questo arcipelago un territorio per tutti, sta diventando una realtà tangibile, non solo con le attività nautiche, ma anche con la vittoria del progetto Coticcio Mon Amour, presentato sulla piattaforma Aviva Community Fund, destinato all’accessibilità dei sentieri di La Maddalena e Caprera.
     

    I fondi vinti per la realizzazione del progetto, sono diretti all’acquisto di una sedia da escursione “Joelette”, con la quale una persona con mobilità ridotta e difficoltà di deambulazione può essere accompagnata in sentieri impervi da volontari (almeno due) che effettuino un’escursione con lui. Quando la disabilità smette di essere l’eccezione e diventa solo uno degli elementi in ballo, la cosa fondamentale è fare cose belle e interessanti, rivolte a tutti. L’evento appena terminato è stato una di queste cose. Questo confronto tra il territorio de La Maddalena e del Nord Gallura e il resto del Paese, è stato interessante anche dal punto di vista culinario, con un momento di socialità e una cena a base di pecora in cappotto e tigelle emiliane. Acque Libere è anche questo”.
     

    Anche Marina Perrot, ha espresso il suo parere sul Trofeo intitolato al marito, Luigi Carpaneda che ha vissuto l’arcipelago de La Maddalena per 50 anni e ha dato tanto alla realtà sportiva isolana e in particolare alla vela.


    “È la seconda volta che si verifica un evento di tale importanza organizzato da Acque Libere e si riconferma la bontà dell’idea. Antonello Tovo è un grande trascinatore, è la persona grazie alla quale tutto sta in piedi.
     

    Anche quest’anno il numero di barche era notevole e questo vuol dire che l’iniziativa ha ricevuto una risposta positiva da parte di tutti. Del resto, qui a La Maddalena, abbiamo ancora un sacco di cose belle da far vedere.”




    Download
     

    Atleti

    Stefano Garganigo

    22.05.1972

    maggiori informazioni

     

     

    Compila il modulo sottostante inserendo il tuo indirzzo email per ricevere le ultime notizie direttamente nella tua casella di posta elettronica: